Shiatsu: trattamenti per il benessere psicofisicoshiatsu

Shiatsu (letteralmente: pressione con le dita) una tecnica di riequilibrio fisico, operante tramite pressioni, stiramenti e manovre di mobilitazione articolare effettuati lungo percorsi ben precisi e mappati (meridiani). Scopo dello Shiatsu è stimolare il movimento dell’energia vitale, per andare a risolvere specifiche problematiche e per mantenere lo stato di benessere.

È  un trattamento semplice e naturale, in grado di prevenire e rispondere tanto a problematiche acute che croniche. Lavora molto efficacemente su stress e tensione; ha un effetto immediato su muscoli e tendini, risolvendo contratture e disfunzioni, perché ne migliora la distensione.

Shiatsu: originishiatsu meridiani e tsubo

La tecnica si sviluppa in Giappone, sebbene le origini siano da ricercare nella medicina tradizionale cinese (MTC). La diffusione di queste conoscenze ha inizio intorno al 500, continuando a proliferare fino ai giorni attuali. Questa filosofia medica è la base per tecniche quali l’agopuntuta (stimolazione di aree del corpo attraverso aghi), la moxa (stimolazione per mezzo del calore), tuina (tecniche manipolatorie di massaggio): questo solo per indicare alcune tra le principali pratiche derivanti dalla MTC.

Si deve attendere il 1940 per vedere la nascita della scuola Namikoshi (dal nome del fondatore, un fisiatra giapponese): è il primo esempio di standardizzazione e sistematizzazione della disciplina. Successivamente, Shizuto Masunaga, un collaboratore di Namikoshi, dà origine ad uno stile di shiatsu che in parte differisce dl precedente: mentre Namikoshi ha una visione più clinica, maggiormente concentrata sui sintomi da risolvere, Masunaga porta avanti una visione più prettamente energetica, concentrando maggiormente l’attenzione sulle cause di malessere.

Shiatsu non è un massaggio

Definire lo shiatsu un massaggio è sbagliato: le tecniche e le finalità sono infatti molto differenti.

A livello tecnico, viene utilizzata la pressione perpendicolare, da esercitare tramite i pollici, e meno frequentemente con gomito/ginocchia. Il trattamento si riceve vestiti, e non è previsto l’uso di oli, creme o prodotti di altra natura. Nel massaggio si eseguono sovente sfregamenti sulla pelle, impastamenti, ed in linea generale non è richiesto nessun intervento attivo da parte del ricevente.

Shiatsu basa molto del suo trattamento sul respiro (sia del ricevente che dell’operatore) e del suo uso volontario e consapevole; le pressioni sono statiche, mirate ad entrare in profondità.  Alcune delle fasi descritte prima in merito ai massaggi, possono essere presenti solo a scopo di preparazione delle aree da trattare.

Oltre a questo, un trattamento shiatsu è sempre mirato a riportare uno stato di equilibrio energetico (fisico e psicofisico) generale: si analizzano non solo i principali sintomi, ma anche le emozioni collegate. Questo fa sì che il trattamento non sia un semplice momento di rilassamento, ma un lavoro mirato ed attento alla persona nel suo insieme, osservata in una visione olistica.

Quando è utile ricevere dei trattamenti

trattamenti shiatsu

È indicato per tutti i generi di disturbi, in particolar modo offre ottimi risultati relativamente a:

  • problematiche articolari
  • cefalee
  • stress
  • tensioni – sia muscolari che psichiche
  • disturbi del ciclo mestruale
  • infiammazioni
  • situazioni acute in generale

La durata del singolo trattamento di circa 50 minuti. In generale, è bene far passare almeno una settimana tra un trattamento ed il successivo, per dar modo al corpo di recepire le modifiche. Per ricevere il trattamento, sono consigliati abiti comodi, tipo tuta. Si esegue a terra, su un tappetino imbottito, e senza scarpe.

E’ possibile prenotare un trattamento shiatsu in qualunque momento: qui trovi i contatti necessari per un appuntamento.

Shiatsu, come ogni trattamento olistico, non vuole sostituirsi a terapie in corso o a pareri medici; il trattamento va inteso come aiuto e supporto ad eventuali rimedi già in essere.