Il linguaggio creativo: come costruire la propria realtà linguaggio creativo

Creare attraverso la parola? Sì, il modo con cui comunichiamo contribuisce in maniera determinante a generare il mondo attorno a noi. Non solo come parliamo agli altri, ma anche (e soprattutto) attraverso il dialogo interiore. Conoscere le basi del linguaggio creativo è il punto di partenza per ogni trasformazione personale.

Ogni azione nasce da un pensiero. E il pensiero viene espresso attraverso parole. Poni attenzione a questo: se vuoi allungare il braccio destro, la tua voce interiore darà il comando per farlo. La volontà stessa si esprime attraverso concatenazioni di pensieri.

Nel momento in cui diamo un comando (anche alla mente), se questo è strutturato in maniera sbagliata, non otterremo il risultato sperato.

Il paradosso dell’elefante rosacomunicazione ipnotica

Esempio ormai più che conosciuto, esprime al meglio il funzionamento del nostro cervello.

Non pensare ad un elefante rosa.
Non pensare al colore rosso.
Non pensare a delle api in un campo di fiori.

Avrai notato come ogni comando negativo (ossia generato da una negazione) abbia- almeno inizialmente- prodotto l’effetto opposto. Hai pensato all’elefante rosa, al colore rosso e alle api nel prato fiorito. Poi, ti sarai detto:”no non devo pensarci”, allontanando l’immagine da te. Il fatto è che l’immagine è stata inizialmente caricata, e quindi è entrata a far parte del tuo campo psichico.

Pensa ora a queste situazioni concrete. Nel momento di difficoltà, incito con “non abbandonare!”, consolo una persona triste con “non piangere”. Ci si stupisce in seguito che uno ceda e l’altro pianga, ma la spiegazione è che l’induzione che abbiamo dato è esattamente opposta a quella che avremmo voluto comunicare.

Quando avete ben chiaro in mente quel che volete dire, le parole verranno spontanee

-Orazio-linguaggio creativo e ipnosi

Non solo verso noi stessi, ma anche nei confronti di chi abbiamo attorno, le parole smuovono energie e generano reazioni solo apparentemente imprevedibili.

Attraverso la comprensione delle regole del linguaggio creativo, possiamo capire come ottenere risultati in linea con i nostri obiettivi. Ed è vero anche il contrario: controllando e disciplinando il linguaggio, genero chiarezza mentale.

Molto spesso si ha paura di scegliere e di decidere. Sembra che definire il nostro oggetto di benessere e felicità sia irrispettoso.

Obiettivi come: “voglio qualcosa che mi renda più felice“, non hanno senso. E’ una frase che di per se stessa non dice nulla. Non indirizza, non potrà mai essere una guida. Non solo non è chiara a chi la esprime, ma anche chi la ascolta dovrà necessariamente dare una interpretazione personale, con tutti i possibili fraintendimenti che ne derivano.

Utilizzare il linguaggio creativo obbliga a fare una scelta, a darsi una direzione. Smuove in noi e in chi ci sta attorno energie in grado di supportare, sostenere il cambiamento. creare col linguaggio percorso

Durante la serata verranno proposte tecniche di grammatica trasformazionale e linguaggio ipnotico, per comprendere come la parola sia in grado di generare precisi stati d’animo e smuovere energie ben definite. Parti teoriche ed esercizi di gruppo, per allenare la comunicazione e renderla la nostra migliore alleata.

Il prossimo incontro sull’argomento Linguaggio creativo si terrà il 12 Ottobre, c/o l’associazione “Il Sentierodi Albiate. Per prenotazioni, contattami a questi indirizzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *