Coaching: percorsi alla (ri)scoperta di se stessi

La vita di tutti i giorni è la nostra miglior palestra di crescita e realizzazione: troppo spesso dimentichiamo le opportunità che possiamo cogliere, e ci abbandoniamo al flusso delle abitudini acquisite. Siamo i primi a sentire quanto tali modi di operare possano essere stretti, creandoci realtà dense di insoddisfazione e malcontento.

Il coaching è un metodo semplice e naturale, un grande momento di esplorazione e definizione che apre porte verso mondi inesplorati, verso possibilità differenti, ridonandoci la possibilità della scelta. Non esiste scelta se non ci sono alternative, e senza di queste, non è possibile definire liberamente e responsabilmente il nostro futuro.

Il coaching è un processo creativo, che stimola la riflessione e spinge all’autonomia. È uno strumento che permette di allargare la nostra zona di confort, inglobando nuove esperienze generatrici di sicurezza e di leadership, sia verso noi stessi che verso gli altri.

Il coaching è rivolto a tutti, sia per cicli di sessioni individuali (a tematica liberamente scelta dal partner) che per sessioni di gruppo. È applicabile in ogni campo della vita, personale o professionale. In particolare, interviene su:

  • gestire una fase di cambiamento
  • modificare abitudini consolidate
  • definire chiaramente i propri obiettivi
  • migliorare la propria efficienza
  • esplorare e imparare a riconoscere le proprie facoltà
  • verificare il proprio percorso ed impostare i passi per la nuova meta
  • creare un gruppo di lavoro
  • accettare e gestire nuove sfide
  • aumentare l’autostima
  • generare abbondanza di scelte
  • responsabilizzare attraverso la riscoperta della libertà di scelta